Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

SPORE diretto da Federica Altieri al Teatro Nazionale di Tirana

SPORE_teatro

L’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con l’Associazione culturale APPERCEZIONI e il Teatro Nazionale di Tirana è lieto di presentare la performance SPORE di Federica Altieri.

Il 27 marzo 2024 riparte da Tirana il progetto intermediale che esplora il legame tra arte e scienza attraverso il linguaggio poetico.

All’interno di SPORES, musica, realtà aumentata, teatro, metaverso, danza, poesia, fotografia si fonderanno in un percorso interattivo con il pubblico. Un attraversamento dello spazio itinerante dove il pubblico diviene “installazione” e dove un cast di eccellenze della cultura internazionale creerà̀ uno spettacolo dal forte impatto emotivo. Un ensemble di elementi che, pur non perdendo la propria unicità, interagiscono tra loro attraverso le nuove tecnologie.

Tra le varie performance “il MegaPixel”, l’ultima opera di Flavia Mastrella, Leone d’oro alla carriera alla Biennale di Venezia 2018 insieme ad Antonio Rezza, che così lo racconta:

“Un pixel si fa gigante, accogliendo il visitatore in un viaggio virtuale e solitario; una realtà fatta di oggetti comuni che assumono un’importanza rituale”. Flavia Mastrella creerà per lo spettacolo una serie di mondi fantastici insieme a Federica Altieri.

Saranno presenti le poesie di Eliana Leshaj, autrice e poeta albanese insieme a quelle di Valerio Magrelli.

La sperimentazione della compagnia Appercezioni avrà come protagonisti reali e virtuali: Eliana Leshaj, Maria Letizia Gorga, Flavia Mastrella, Antonio Rezza, Ermanno Baron, Paola Favoino, Oriana Cardaci, Ashai Lombardo Arop, Daniele Torracca, Claudio Ammendola, Barbara Faonio, Diego Colaiori, Alessandra Fiordaliso, Yurii Khadzhymiti, il gruppo di giovani studenti del Teatri Kombetar  e il gruppo di ricercatori e studenti dell’Università Polis di Tirana, partner operativo del progetto SPORES.

L’’Associazione culturale Appercezioni, invita nella città di Tirana gli alunni del Teatro Nazionale, gli studenti dell’Ateneo Polis, e tutti i ragazzi interessati al laboratorio gratuito INTERMEDIALITÀ, una disseminazione del progetto, per far conoscere una nuova metodologia artistica, nata da un’idea di Federica Altieri, che fonde arte e scienza basandosi sulla coesistenza di diversi approcci artistici in correlazione con le nuove tecnologie.

Attraverso una stretta correlazione tra Arte e Scienza ogni studente sarà accompagnato nello sviluppo delle sue capacità più naturali ed istintive fino ad elaborare una personale creazione che si immetterà in una sperimentazione intermediale. Questa sfida si fonde con le nuove tecnologie e soprattutto con il Metaverso che diviene parte di nuove elaborazioni espressive.

All’interno infatti le diverse esperienze di Spore: 4 sperimentazione che hanno animato questo progetto vengono mostrate, spiegate, rielaborate.

I protagonisti sono la compagnia Appercezioni diretta anarchicamente da Federica Altieri

Il duo Leone d’Oro alla carriera Flavia Mastrella e Antonio Rezza

Eugenio Barba e Julia Varlej dell’Odin Teatret

Valerio Peroni ed Alice Occhiali del Nordisk

A Tirana, in fusione con lo spettacolo della compagnia Appercezioni, ci sarà anche la prima internazionale di Euforia Carogna, la mostra virtuale che racconta al grande pubblico i 30 anni di carriera del duo Rezza-Mastrella. Un viaggio immersivo tra gli habitat e le sculture di Flavia Mastrella e i “pezzi” più famosi dell’attore e performer Antonio Rezza, il tutto sonorizzato dal musicista italiano Ermanno Baron.

Lo spettacolo sarà corale e si avvarrà del potenziamento tecnologico della più importante azienda italiana del settore, la Carraro LAB, rappresentata da Roberto e Andrea Carraro.

Spores, progetto vincitore del bando Creative Europe 2021 – 2027, è nato da un’idea di Federica Altieri della compagnia Appercezioni. Musica, realtà aumentata, teatro, metaverso, danza, poesia, fotografia si fondono in un percorso interattivo con il pubblico.

“Spore è una manifestazione elaborata da un collettivo di artisti, appartenenti a diversi ambiti dell’arte performativa, tesi alla rielaborazione del concetto di creatività. Creativa in senso dirompente è, appunto, la vocazione dell’arte moderna, che per questa via si collega a una richiesta di libertà, e di conseguenza a una utopia di tipo anarchico; anarchia come espressione dell’uguaglianza, di una pari misura di tutte le componenti. Così, le diverse arti possono convergere e potenziarsi, partecipando attivamente, ciascuna a suo modo, per incentivare i sensi, o addirittura producendo polisensi. Il principio anarchico-creativo, allora, può manifestarsi nel passaggio da un struttura verticale ad ipotesi formali orizzontali dove ogni “figura” viene rielaborata e dove la direzione artistica diviene pura interrelazione.” Tratto dal Manifesto Spore scritto da Federica Altieri e Francesco Muzzioli.

La Compagnia Appercezioni sperimenta un racconto antropologico sulla società contemporanea, raccontandone picchi e cadute, entusiasmi e perplessità, confrontandosi in maniera profonda con diverse arti, in un gioco innovativo.

Le immagini comunicano con ciò che le circonda: recitazione, musica, danza, luci, voci. Un ensemble di elementi che pur non perdendo la propria unicità, interagiscono tra loro attraverso le nuove tecnologie.

Il pubblico diventa installazione, nessuna seduta ordinata ma sedie sparse in  varie direzioni. Lo spettacolo non ha nessun palcoscenico principale, lo spettatore può osservare ciò che vede da tutte le angolazioni in un racconto sull’uomo e sull’identità.

La musica dal vivo e le proiezioni di un universo che fagocita ogni cosa crea un caleidoscopio di immagini e suoni: all’allontanarsi dall’aspetto viscerale dell’universo il disordine sembra scomparire per poi riapparire in modo preponderante all’avvicinarsi del quotidiano.

https://spores-project.eu/

  • Organizzato da: Associazione culturale APPERCEZIONI
  • In collaborazione con: IIC Tirana e Teatro Nazionale Tirana