Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Alessandra Pioselli – May classes in Pristina

MayClasses_social_Alessandra Pioselli

Lezione: Pratiche curatoriali esterne alle istituzioni artistiche

Docente: Alessandra Pioselli

Date:13-17.05.2024

Orario: 14:00-17:00

Questa lezione intende esplorare i processi e le potenzialità di coinvolgimento delle persone attraverso la pratica artistica, al di fuori della cornice delle istituzioni artistiche, come un modo per contribuire alla crescita della responsabilità pubblica nei confronti dei luoghi dell’abitare, della società e del patrimonio. Perché queste potenzialità sono punti di forza? Cosa implica attivare le persone come cittadini? Cosa significa assumere un ruolo di mediazione come curatore o artista? Il tutto partirà dalla prospettiva che emerge da alcuni progetti sviluppati in Italia, in territori rurali o montani spopolati, che mi hanno coinvolto in un lavoro curatoriale e di ricerca. Questi progetti ribaltano la concezione di area emarginata, attraverso le modalità di riabitare e di produrre un nuovo patrimonio artistico-culturale, come bene comune, basato sulle risorse e sulle memorie locali. Le questioni che emergono da questi progetti sono il punto di partenza per mettere in discussione il concetto di “partecipazione” e di esito del progetto, la formazione di uno spazio politico, l’interdipendenza contesto-progetto, la temporalità come aspetti chiave, performativi e rituali, la nozione di località, nonché alcuni strumenti di azione.

Alessandra Pioselli è critica d’arte e curatrice. Dal 2010 al 2021 è stata direttrice dell’Accademia di belle arti G. Carrara di Bergamo. Attualmente insegna Storia dell’arte contemporanea e di Critica d’arte presso la stessa Accademia. Insegna inoltre Arte Pubblica al Master in Economia e Management dell’Arte e della Cultura della 24Ore Business School (Milano). La sua ricerca si concentra sulla dimensione sociale, urbana e territoriale della pratica artistica. È autrice del libro L’arte nello spazio urbano. L’esperienza italiana dal 1968 ad oggi (Arte nello spazio urbano. L’esperienza italiana dal 1968 ad oggi, Johan&Levi, 2015). Nel 2021 ha curato il libro del progetto La ragione nelle mani di Stefano Boccalini (Archivio dei Libri, Berlino), tra i vincitori della VIII edizione del programma Italian Council, sostenuto dal Ministero della Cultura italiano.

Questa attività è supportata da SMART Balkans, Ambasciata tedesca a Pristina, Galleria Nazionale del Kosovo, Ambasciata d’Italia a Pristina, Istituto Italiano di Cultura a Tirana e AICS Tirana nell’ambito di “Culture and Creativity for the Western Balkans” (CC4WBs), un progetto finanziato dall’Unione Europea che mira a favorire il dialogo nei Balcani occidentali, valorizzando i settori culturali e creativi per un maggiore impatto socio-economico.

Unione Europea in Kosovo, Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

 

 

  • Organizzato da: Galeria 17 - Pristina
  • In collaborazione con: IIC Tirana e Ambasciata d'Italia in Pristina