Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

PRISTINA / COLLECTIVE TRIP 7.0 - Borderline Danza I Albania Dance Meeting-Festival 14° edizione

Data:

09/11/2019


PRISTINA / COLLECTIVE TRIP 7.0 - Borderline Danza I Albania Dance Meeting-Festival 14° edizione

Concept, regia e coreografia Claudio Malangone/ Nicoletta Cabassi

Performers: Luigi Aruta, Adriana Cristiano, Antonio Formisano e Giada Ruoppo

Video Checco Petrone

Costumi Nicoletta Cabassi per Borderline Disegno

Luci Francesco Ferrigno e Giuseppe Ferrigno

Responsabile produzione Maria Teresa Scarpa

Produzione Borderline Danza, MIBACT, Regione Campania, Ra.I.D. Festival

COLLECTIVE TRIP 7.0 è il momento conclusivo di un "atto di pensiero" che coinvolge in questo primo studio i due coreografi Nicoletta Cabassi e Claudio Malangone. Tema portante è la settima sinfonia di Beethoven.

Sapersi conoscere e osservare, aprirsi al dialogo e al confronto allo scopo di recuperare una dialettica comunitaria, di reinventarsi e di riscoprirsi all'interno di una fluidità organizzativa e creativa, in cui le strategie di ciascuno diventano supporto alla ricerca artistica. Il punto di partenza è l'idea di un tragitto e quelle trasformazioni che un ambiente e un corpo subiscono durante un percorso, catturando le metamorfosi e le contraddizioni a esso insite. Un viaggio che trae ispirazione tra ciò che vediamo e ciò che immaginiamo, per condurre in un luogo intimo e caloroso, dove si apre lo spazio per costruire la drammaturgia, identificandone l’essenza non nel contrasto tra i 4 personaggi ma nel confronto tra scena e pubblico.

HOP.E in La Maggiore – 1 ° e 4 ° movimento: concept e coreografia di Nicoletta Cabassi.
L’ascolto della "Settima Sinfonia" di Beethoven infonde un diffuso entusiasmo vitale ma possiede anche tra le note un vago sapore malinconico e avvicinarsi a Beethoven incute sempre un doveroso timore. La domanda principale e perno tematico per la creazione è stato "come ci si sente prima della felicità?"

DIE HAPPY – 2 ° e 3 ° movimento: concept e coreografia di Claudio Malangone. In un continuo contrasto tra luce e ombra, tensione e riposo, in una sorta di coazione a ripetere, segni evanescenti e leggeri diventano segnali della continua ricerca di un equilibrio tra pulsione e ragione per affrontare il senso dell'esistenza a partire dalla sua transitorietà, passando per l'accettazione di un corpo che dona sofferenza, ma anche di un corpo che è libero di scegliere le proprie passioni. Ed è in esso che la vita si condensa, frammentata e detonata, per poi esplodervi all'interno.

Informazioni

Data: Sab 9 Nov 2019

Orario: Dalle 20:00 alle 21:00

Organizzato da : IIC di Tirana e Ambasciata di Pristina

In collaborazione con : Albania Dance Meeting-Festival

Ingresso : Libero


Luogo:

Teatro Nazionale a Pristina/Kosovo

996